Cucina

Category Archive Cucina

Il melograno: proprietà e benefici

Il frutto del melograno, definito anche melograna, è un tipico frutto autunnale che è facilmente trovare nel periodo che tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre.
Nonostante non sia diffusissimo sulle tavole, questo fantastico frutto possiede in realtà delle proprietà benefiche davvero interessanti, le quali possono giovare in maniera incredibile allo spirito e all’organismo.
Il suo nome è formato dai vocaboli malum (mela) e granum (con i grani) che sta ad indicare proprio la forma molto somigliante a quella di una mela e i suoi caratteristici chicchi che costituiscono l’interno.

Calorie ed effetti

Il melograno, come detto, è uno dei frutti probabilmente più benefici tra quelli presenti in natura grazie proprio alle sue caratteristiche molto interessanti.
Nello specifico parliamo di un alimento poco calorico, basti pensare, infatti, che in un frutto completo sono contenute all’incirca 75 calorie.
Tra gli effetti benefici, inoltre, c’è da sottolineare che il melograno è uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura in quanto contiene un gran numero di flavonoidi i quali aiutano a mantenere in salute il nostro organismo e a prevenire l’invecchiamento precoce.
Parliamo tra l’altro di una fonte molto interessante di Vitamina A, Vitamina E, Vitamina C e Vitamine del gruppo B.

Come consumare il melograno

Il melograno, come anche altri frutti di questo tipo, può essere consumato in diversi modi i quali permettono di mantenere intatti i principi attivi al meglio.
Il primo è naturalmente il consumo “fisico” del frutto andando a gustare i piccoli chicchi aciduli in maniera naturale provvedendo magari a sciacquare il tutto prima di ingeribili.
Una piacevole alternativa, però, è costituita dai succhi facilmente ottenibili grazie ad apposi spremi melograno: https://spremimelograno.net, strumenti che permettono di realizzare fantastiche premute in poco tempo. Il succo di melograno, infatti, è tra i più gustosi e grazie a questi accessori mantiene intatte tutte le sue proprietà benefiche.

Spaghetti al melù: un primo piatto alternativo, economico, semplice e se volete leggero

Oggi cari gastronauti, vi presentiamo una ricettina semplice, economica e dietetica (nella versione light), che comunque vi garantisce un’ottima figura se presentata ad un pranzo o una cena tra amici come un buon primo piatto di pesce. Parliamo infatti di un pesce non molto apprezzato, forse per errore, dalle carni bianche e delicate, non molto saporito, molto simile al merluzzetto: il melù. Ancora si trova nei banchi a prezzi decenti e considerando che quasi tutto il pesce difficilmente è a buon mercato, il fatto di trovarlo dai 4 agli 8 euro il kg non ci sembra male. Comunque passiamo alla ricetta; vi forniremo due versioni, una light ed una un po’ più grassa ma tutto sommato sempre abbastanza contenuta dal punto di vista calorico. Innanzitutto procuratevi l’ingrediente base, i melù, ben freschi, considerando anche che è un pesce dalle carni molto morbide e facilmente deteriorabile, quindi per la buona riuscita della ricetta dovà essere veramente fresco! Un bel ciuffo di prezzemolo, aglio, panna da cucina o latte, e sale. Ricapitoliamo aggiungendo le quantità:

600 gr di melù molto freschi
1 bel ciuffetto di prezzemolo
2 agli
1 cucchiaio di panna o ½ bicchiere di latte intero
2 cucchiai d’olio
Sale q.b
A questo punto iniziate la preparazione: dovrete innanzitutto sfilettare il pesce, un’operazione che vi consiglio di far fare al vostro pescivendolo di fiducia se non siete molto pratici, in alternativa, dopo naturalmente averlo pulito (interiora e branchie), tagliate la testa, ponete il pesce su di un tagliere e con un coltello affilato iniziate ad incidere un lato del pesce dalla parte del dorso, partendo dalla testa fino ad arrivare alla coda, in modo da separare la carne dalla spina dorsale; ripetete l’operazione per l’altro lato del pesce, togliete dai filetti ottenuti le spine dorsali e quelle inferiori, sciacquate i filetti di melù ed il gioco è fatto.
A questo punto mondate lavate e tritate il prezzemolo, spellate gli agli e divideteli a metà. Fate soffriggere l’aglio con l’olio ed il prezzemolo per circa 5 minuti e aggiungete i filetti. Cuocete per non molto, vedrete che essendo un pesce dalle carni molto tenere, in pochi minuti sarà cotto. Cercate di spezzettarlo aiutandovi con un mestolo; lo dovrete ridurre a piccoli pezzetti; aggiungete il sale e alla fine un bel cucchiaio di panna, un ultima giratina ed il sugo di pesce è pronto. Se invece della panna usate il latte, fate cuocere per un altro pochino in modo da far un pò asciugare il sugo, ma mantendolo sempre morbido, magari aggiungete il latte qualche minuto prima in modo che il pesce non cuocia troppo. Non vi resta che scolare la pasta, spaghetti ma anche pasta corta se preferite, al dente, saltarla in padella e servire il tavola. Come al solito come decorazione, del prezzemolo tritato sopra ad ogni piatto. Vedrete che sarà un buon primo piatto. Buon appetito.